per l'etica laica, sociale e autodeterminata

La risposta alla domanda, sei solo un’infermiera?

16.10.2016 09:18

 

Sì, sono solo un’infermiera, ma ho aiutato molti bambini nel mondo, alcuni avevano bisogno di un aiuto per il loro primo respiro. Eppure sono solo un’infermiera. Ho tenuto le mani di pazienti e garantito loro la dignità mentre esalavano l’ultimo respiro, eppure sono solo un’infermiera. Ho assistito genitori in lutto dopo la perdita di un figlio, eppure sono solo un’infermiera. Ho rianimato dei pazienti, eppure sono solo un’infermiera. Ho conoscenze mediche che mi permettono di valutare, curare e gestire i pazienti, eppure sono solo un’infermiera. Posso capire quando un neonato ha una diminuzione dell’entrata di aria in un polmone, eppure sono solo un’infermiera. Posso istruire i pazienti, gli assistenti, gli infermieri, eppure sono solo un’infermiera. Sono l’avvocato dei miei pazienti in un sistema sanitario che non sempre pone gli interessi dei pazienti in prima posizione, eppure sono solo un’infermiera. Perderò le feste natalizie, i compleanni di miei figli, le recite scolastiche per prendermi cura dei pazienti, eppure sono solo un’infermiera. Posso fare prelievi del sangue e suturare una ferita, eppure sono solo un’infermiera. Posso gestire un arresto cardiaco in un neonato, in un bambino o in adulto, eppure sono solo un’infermiera. Conosco la dose di adrenalina o amiodarone che può rimettere in vita un bambino in base al suo peso, eppure sono solo un’infermiera. Ho esperienza e conoscenze che hanno salvato la vita di alcune persone. Quindi, se io sono solo un’infermiera, sono incredibilmente fiera di esserlo

© 2013 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito web gratisWebnode