per l'etica laica, sociale e autodeterminata

Il cinema in biblioteca

19.02.2016 06:50 Cinema e biblioteche ieri sposi : testimoni ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici) e Assessorato alla cultura della regione Lazio. Le piccole sale cinematografiche chiudono, le biblioteche sono  poco frequentate  Il cinema delle biblioteche è un progetto di promozione delle biblioteche e di diffusione della cultura cinematografica sul territorio.  Da febbraio a settembre  20 film d’autore che non hanno accesso alla grande distribuzione cinematografica verranno messi a disposizione delle biblioteche. Basti pensare che il film  Quo vado di Checco Zalone, un bel film  comico, è stato proiettato in 1300 sale, mentre Bella e perduta di Pietro Marcello, un film visionario sull’Italia di oggi, premiato al festival di Locarno, ha avuto accesso a poche decine di sale.  Bella e perduta narra la storia dell’incontro tra il pastore Tommaso Cestrone , il volontario che nella vita reale accudì la reggia borbonica del Carditello in stato d’abbandono, e un bufalotto di nome Sarchiapone altrimenti destinato a morte certa. La vicenda si snoda al centro della terra dei fuochi, dove la figura poetica di Pulcinella si libera dal manicomio in cui è rinchiuso, per andare alla reggia a incontrare Tommaso, Oggi esce nelle sale il film di Gianfranco Rosi  Fuocoammare  girato sull’isola di Lampedusa,  dove due realtà completamente diverse convivono quotidianamente: da una parte il triste e desolante spettacolo dei migranti che arrivano stremati dalle loro terre d'origine; dall'altra l'umile vita di tutti i giorni di piccoli pescatori e lavoratori locali.  Per fare questo film Rosi ha vissuto per un anno a Lampedusa.  Un film che commuove, che prende per mano e porta dentro le storie appena intraviste in TV . Il cinema delle biblioteche può portare nuova linfa sia alle biblioteche, sia al cinema d’autore.

© 2013 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito web gratisWebnode